Giovedì 12 ottobre 2017

Scuderie Palazzo Moroni • ore 18:30

Inaugurazione mostra

“VENTI DI JAZZ”

i 20 anni del “Padova Jazz Festival”
nei volti dei suoi protagonisti

È prevista la presenza dei fotografi che hanno collaborato con il festival in questi vent’anni: Pino Ninfa, Piero Principi, Daniela Zedda e Michele Giotto.
La cerimonia di inaugurazione sarà accompagnata da un solo del sassofonista Ettore Martin.

Con la partecipazione del Fotoclub Padova.

Per i suoi vent’anni il Padova Jazz Festival, con questa mostra, vuole rendere omaggio ai tanti artisti che hanno fatto la storia della manifestazione.
Nelle fotografie realizzate in questo lungo arco di tempo dai fotografi ufficiali, Pino Ninfa, Daniela Zedda, Piero Principi e Michele Giotto, ecco quindi riemergere dall’album dei ricordi i volti di personaggi inimitabili, in una alternanza unica di emozione e suggestioni.
In queste accattivanti immagini è possibile rivivere le straordinarie performances di artisti che, con la loro creatività, hanno illuminato le giornate del Festival.
Una sezione della mostra è riservata alle fotografie realizzate dai soci del Fotoclub Padova, che da diversi anni collaborano con il Festival documentando i numerosi eventi collaterali.

“Quando mi è stato proposto di accompagnare in musica l’inaugurazione della mostra fotografica ‘Venti di Jazz’ ho subito pensato che la scelta di uno strumento a fiato fosse perfetta per questo bel titolo che oltre al trascorrere del tempo vuole richiamere anche l’idea del soffio, così fondamentale per strumenti come tromba e sassofono che hanno contribuito in modo decisivo a scrivere pagine fondamentali nella storia del Jazz. Sono Ettore Martin, sassofonista di Vicenza e suono professionalmente jazz da oltre vent’anni e quindi ricordo bene tutte le varie edizioni di questo Festival a cui per vari motivi sono molto affezionato. In questi vent’anni la trasversalità è stata una delle peculiarità della mia idea di fare musica: in ambito teatrale con gli attori Titino Carrara e Piergiorgio Piccoli, nella danza contemporanea con la danzatrice Annalisa Bannino, in campo letterario con gli scrittori Vitaliano Trevisan e Fulvio Ervas. In questa nuova sfida proverò a far dialogare il respiro del mio sassofono con questo racconto per immagini che ci parla di un pezzo importante di storia del Jazz Italiano.”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Informativa.
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Chiudi