Padova Jazz Festival 2021
Monk’s Casino

In apertura: Federica Michisanti & Errico De Fabritiis

© W. Heckmann

Alexander von Schlippenbach – piano
Axel Dörner – tromba
Rudi Mahall – clarinetto basso
Jan Roder – basso
Michael Griener – batteria

I Monk’s Casino hanno pubblicato l’omonimo album nel 2005 su etichetta Intakt. Si tratta di un lavoro sorprendente prima ancora di ascoltarne il contenuto musicale: tre dischi dal vivo che contengono una settantina di brani, tutti di Thelonious Monk, del quale si ascolta dunque in un sol colpo l’intero corpus compositivo. Ma le sorprese vengono anche dalle interpretazioni a opera di un gruppo tedesco nel quale spicca la presenza del pianista Alexander von Schlippenbach, un caposcuola del free europeo.
Un lavoro lungo e paziente di ricerca e preparazione (circa una decina d’anni) ha portato a un esito finale che conferisce un tocco di ulteriore ‘diversità’ alle lunatiche armonie, le sfuggenti geometrie, le melodie-nenie monkiane. Le esecuzioni procedono come un’incalzante vertigine, una frenesia che diventa spassosa nei quiz che pone all’ascoltatore, irresistibilmente coinvolto dal gioco dei riconoscimenti, tra brani sviluppati completi dei loro assolo, altri appena abbozzati e poi sfumati via, altri ancora eseguiti in multipla sovrapposizione o smontati e interpolati uno con l’altro.


Concerto a cura del Centro d’Arte dell’Università di Padova

In apertura
Federica Michisanti & Errico De Fabritiis

Federica Michisanti – contrabbasso
Errico De Fabritiis – fiati

Fini improvvisatori, abituati agli spazi musicali aperti, Federica Michisanti ed Errico De Fabritiis si propongono nella icastica formula del duo, ma già li si è ascoltati assieme nel Trioness della contrabbassista.
Federica Michisanti ha vinto il Top Jazz come miglior nuovo talento italiano nel 2018 (dopo un piazzamento sul podio anche l’anno precedente). Da allora la sua carriera è rimasta sotto i riflettori del jazz nazionale, in particolare con il suo Horn Trio (con Francesco Bigoni e Francesco Lento), formazione che ha raccolto l’eredità del Trioness nel quale si erano in precedenza alternati musicisti come Matt Renzi e Marcello Allulli. Tra le collaborazioni della contrabbassista romana si trovano anche Emanuele Maniscalco, Phelan Burgoyne, Bob Moses e Greg Burk. Nel 2019 ha vinto il premio speciale Siae per l’originalità della ricerca compositiva.
Attivo sulla scena romana, Errico De Fabritiis ha dato vita a vari gruppi: Improgressive, Pegasys Quintet, Roots Magic, Kammer Muzik… Le sue collaborazioni spaziano poi da Giancarlo Schiaffini, Eugenio Colombo, Sabir Mateen, Mike Cooper a numerosi altri.

BIGLIETTI
Intero €15
Ridotto €10

PREVENDITE
Biglietti acquistabili online su Ticketmaster (+ diritti di prevendita)